Descrizione del Progetto

INNOMEC – Innovative Management and Educational Practices in Elderly Care Centres (Gestione Innovativa e Pratiche Educative nei Centri per Anziani) è un progetto finanziato dal Programma Lifelong Learning | Grundtvig Progetti Multilaterali (539829-LLP-1-2013-1-IT-GRUNDTVIG-GMP) con un budget totale di € 399.160,-. Il progetto, coordinato dalla Società Cooperativa Speha Fresia, sarà realizzato da Novembre 2013 a Ottobre 2015 grazie alla cooperazione tra Partner provenienti da Italia, Austria, Belgio, Lituania e Islanda.

Il progetto si propone di rafforzare le competenze chiavedegli operatori dei Centri per Anziani (ECC – Elderly Care Centres) grazie ad un approccio di “Gestione Agile” e a percorsi di apprendimento e confronto tra professionisti, volti ad offrire opportunità formative ed educative per singoli individui ed intere comunità. Il metodo di lavoro proposto si basa sulla valorizzazione e lo scambio di buone pratiche europee sull’invecchiamento attivo e la solidarietà tra generazioni, anche al fine di sostenere e migliorare le politiche per l’invecchiamento attivo e la partecipazione degli anziani alla vita delle comunità territoriali di riferimento.

La 1° fase del progetto si concentra su un’analisi di contesto che farà il punto sui seguenti argomenti: le condizioni locali e nazionali degli ospiti dei Centri per Anziani ed i loro bisogni, i servizi territoriali disponibili e le politiche per l’invecchiamento attivo attualmente in corso. Un’attenzione particolare sarà riposta sulle pratiche, i percorsi educativi e le metodologie offerte dai Centri, considerando come questi influenzano indicatori quali il numero di anziani che partecipa alla vita sociale e culturale e le interazioni di questi ultimi con le giovani generazioni ed i familiari;

La 2° fase è volta a realizzare alcune sessioni di formazione tra pari sulla base delle migliori esperienze a livello europeo in tema di servizi di assistenza agli anziani; tali sessioni saranno condotte con operatori sociali, educatori per adulti e volontari senior, considerando 3 specifici approcci: il metodo APP (audio-psico-fonologico), le tecniche di apprendimento auto-biografico e le interviste digitali Memoro;

La 3° fase includerà una sperimentazione a livello nazionale, una volta elaborati e predisposti specifici materiali formativi – nuovi percorsi e strumenti che si avvarranno degli approcci sopra citati nonché casi di studio – utili al corretto svolgimento del processo di test;

La 4° fase si concentrerà sulla diffusione dei risultati del progetto, a livello europeo e locale, attraverso la promozione di un kit di strumenti per gli operatori dei Centri per Anziani finalizzato a migliorare la qualità e la scelta delle attività offerte dai Centri, incoraggiando il dialogo con gli altri principali portatori di interesse locali.